Blog Listing

LA COMUNICAZIONE EFFICACE AI TEMPI DEI SOCIAL

Abbiamo partecipato ad un workshop incentrato sul tema del giornalismo ai tempi dei social e sull’importanza della costruzione di una comunicazione efficace.
Riccardo Bastianello e Lorenzo Belletti, co-fondatori della start-up Notiziabile, ci hanno illustrato il ruolo fondamentale che la corporate communication riveste per il successo di un’azienda. Con questo termine si vogliono includere diverse attività come, ad esempio, lo sviluppo dell’identità del proprio brand o della propria impresa, la loro pubblicità e la gestione delle relazioni con i media e dell’ufficio stampa.
Tutto ciò ruota attorno alla capacità dell’azienda di saper comunicare verso l’esterno in modo efficace e completo.
Per ottenere un buon risultato in questi termini, è necessario prima di tutto avere le idee chiare su tre punti fondamentali: quale feedback si vuole ottenere nell’immediato attraverso la comunicazione; quale bacino di utenti si vogliono raggiungere nel medio periodo, ovvero il livello di engaging sociale a cui si aspira; quali sono gli obiettivi dell’impresa a lungo termine e se sia possibile ottenerli anche attraverso un’attività di lobbying.
Attraverso questi tre elementi chiave è possibile stabilire un piano d’azione per l’attività di comunicazione di un’azienda.
Tuttavia il lavoro non finisce qua. Una volta stabiliti gli obiettivi che si vogliono ottenere, grazie all’analisi precedente, a questo punto ci si deve concentrare sulle notizie vere e proprie che sono le protagoniste dell’attività di comunicazione. Ed ecco la prima domanda da porsi, che spesso è anche la più ostica: “c’è veramente qualcosa da comunicare?”. È necessario infatti individuare con precisione il contenuto del messaggio che si vuole mandare per determinare se ci si trova o meno di fronte ad una notizia. Per verificarlo è sufficiente rifarsi a due regole empiriche molto semplici: è possibile esprimere questo concetto in cinque righe? e, successivamente, si riesce a riassumerlo in un titolo di lunghezza massima di dieci parole?
Se le risposte a queste domande sono affermative allora ci si trova davanti ad una vera e propria notizia.
Superato anche questo secondo step, si può iniziare l’iter di comunicazione, ovvero la creazione del comunicato stampa. La redazione di questo documento non è affatto semplice ma ci sono delle linee guida da seguire che possono essere d’aiuto. Lo scopo principale è quello di catturare innanzitutto l’attenzione del giornalista che leggerà il comunicato e che deciderà se questo verrà o meno pubblicato ed, in un secondo momento, anche quella dell’eventuale lettore. Per questo è necessario che ci sia un’elevata chiarezza espositiva, evitando inglesismi o tecnicismi inutili e cercando invece di rendere il messaggio il più semplice possibile ma senza rinunciare alla completezza. Un occhio di riguardo è da riservare alla formulazione del titolo che deve risultare chiaro ma accattivante, in modo da catturare l’attenzione di chi legge e conferire al documento uno stile originale.
Quando ci si dedica alle diverse tecniche di comunicazione è importante ricordare che spesso il modo di comunicare una certa notizia si rivela essere più importante della notizia stessa. Per questo motivo, la redazione di un comunicato stampa è un’operazione a cui si deve prestare particolare attenzione in quanto è quell’operazione che farà la differenza tra l’effettiva pubblicazione o meno dell’informazione.

 

 

old-newspaper-350376_960_720