Blog Listing

JEToP means family

JEToP, prima ancora di essere una Junior Enterprise, è una famiglia: ognuno condivide qualcosa con gli altri e si cresce insieme. Non importa solo quello che si fa ma anche con chi. I rapporti di amicizia fanno di un team cioè che lo rende tale e più forti saranno i legami, migliori saranno i risultati.

Se prima vi abbiamo spiegato cosa è JEToP in termini formali, ora vogliamo raccontarvi cosa significa per noi, attraverso i racconti di chi, da più o meno tempo, ne fa parte.

Simone Lanzafame – entrato in JEToP a Marzo 2015

JEToP Simone Lanzafame

JEToP Simone Lanzafame

Sono entrato in JEToP nel Marzo 2015 in area IT, eravamo in cinque. In realtà si trattava di un bel passo in avanti, visto che prima l’area contava sulla presenza di due sole persone. Ora sono circa quindici.

Si è sviluppata velocemente: inizialmente riuscivamo a gestire pochi progetti alla volta; ne ottenemmo due o tre. L’anno dopo sono diventati sei, oggi sono raddoppiati.

Successivamente sono passato all’area comunicazione, della quale sono stato Project Manager. Non avevo particolari affinità con l’ambiente, ma conoscendola mi sono fatto rapire dal suo fascino e siamo riusciti a migliorarla; infatti, anche quest’ultima era molto ridotta e improntata solo sui social, ma con l’impegno di tutti è cresciuta in fretta e oggi è una delle più estese.

Nel frattempo sono diventato responsabile comunicazione in JADE Italia e successivamente, sempre per la stessa area, in JADE (confederazione europea delle junior enterprises), ma non ho mai dimenticato le aree con cui ho iniziato ed è merito di JEToP se oggi sono ciò che sono.

JEToP mi ha insegnato che anche una cosa di cui non sei a conoscenza, come lo è stata comunicazione per me, e alla quale non sei strettamente legato, può piacere e appassionare. JEToP, soprattutto, mi ha insegnato che mettendo insieme cose nuove che ho imparato e usandole con le tue conoscenze e le tue capacità, puoi creare qualcosa di altrettanto nuovo che prima non esisteva. Apprendere cose nuove per crearne di ancora più nuove.

Silvia Vitali – entrata in JEToP a Ottobre 2015

JEToP Silvia Vitali

JEToP Silvia Vitali

Sono entrata in JEToP ad ottobre 2015 e mi sono subito sentita accolta da questa grande famiglia. Entrata in area IT, fin dall’inizio mi sono ritrovata a lavorare assieme ho altri membri sui progetti d’area e all’organizzazione della prima edizione dell’Hackathon. Entrando in quel periodo ho potuto assistere a tutta la preparazione finale per WTT 2015, un grande progetto che mi affascinava molto e mi spronava a fare sempre di più per collaborare con il team.

Nel momento in cui Luca, responsabile della mia area, è diventato presidente, ho accettato, seppur conscia che fosse tutt’altro che facile, la sfida di succedergli come responsabile. Ho passato così un anno fantastico: sebbene il mio ruolo richiedesse di essere sempre presente e di lavorare parecchio per l’associazione, sono cresciuta molto, personalmente e professionalmente. Il mio lavoro in area IT si è poi concluso a novembre 2016 dopo aver organizzato in prima persona la seconda edizione dell’hackathon ed essermi emozionata al WTT 2016.

L’organizzazione della fiera è stata al tempo stesso difficile e bellissima: mi ha portato grosse soddisfazioni, mi ha insegnato a organizzare ed organizzarmi e mi ha insegnato a interagire direttamente con le diverse aziende.

Silvia Meterc – entrata in JEToP a Marzo 2016

JEToP Silvia Meterc

JEToP Silvia Meterc

Sono arrivata in JEToP spinta dalla curiosità di scoprire se fosse veramente possibile diminuire il gap tra università e mondo del lavoro. Ora, ad un anno di distanza, ne sono certa! Faccio parte dell’area design, nel mio percorso ho avuto la possibilità di seguire decine di progetti guadagnando esperienza e raddoppiando il mio portfolio. Io sono quasi un architetto, ma grazie alla mia Junior sono anche una designer grafica, mi sento più vicina al mondo della comunicazione, dell’organizzazione di eventi e anche più vicina a moltissimi altri giovani in tutto il mondo che con me condividono il privilegio di far parte di un grande network.

Queste erano le testimonianze di tre membri della grande famiglia di JEToP. Io sono entrato da meno tempo di loro, ma ho già imparato tante cose.

Crescere circondato da persone che prima di essere colleghi sono tuoi amici, significa diventare una persona migliore. Grazie a JEToP ho migliorato le mie capacità di relazione con il pubblico, ho imparato a superare le mie paure e la mia timidezza e a fare gioco di squadra.